Gallery

“Il paesaggio sta all’ambiente, come il cuore al coraggio”

on
22 Ottobre 2019

Edizione 2019 del concorso internazionale Efuca e Ficlu LA FABBRICA DEL PAESAGGIO Menzione speciale al “Giardino delle Farfalle” di Cessapalombo

Avevamo annunciato nel precedente articolo come il “Giardino delle farfalle” avesse già superato la prima selezione per entrare a far parte della rosa dei finalisti, ma l’assegnazione della Menzione speciale è stata motivo di orgoglio e di commozione.

Orgoglio perché la selezione è stata curata da una giuria qualificatissima e commozione perché la motivazione ha evidenziato e riconosciuto la capacità di Patrizio e Fabiana di reagire al disastro del terremoto del 2016 con coraggio e creatività nel pieno rispetto dell’ambiente circostante-Capacità che è stata definita ” Straordinario esempio di resilienza post sisma”, concretizzando pienamente quanto afferma l’ Arch. Francesco Scoppola e cioè che ” il paesaggio sta all’ambiente, come il cuore sta al coraggio”.

Il “Giardino delle farfalle” si è dunque meritato un posto d’onore tra le imprese italiane capaci di costruire in modo colto e, al tempo stesso produttivo il proprio luogo di lavoro ponendo grande attenzione all’equilibrio dell’ecosistema tradotto in un paesaggio poetico e ricco di memorie.

Patrizio e Fabiana hanno operato un ‘restauro del paesaggio’ intervenendo in spazi degradati dall’abbandono trasformandoli con un lungo, impegnativo e tenace lavoro, in un giardino frequentato dalle famiglie e dagli studenti per l’interesse naturalistico e che il luogo ora presenta.

Il Presidente del Club per l’UNESCO di Tolentino e delle Terre Maceratesi ODV Giuseppe Faustini consegna l’attestazione della Menzione Speciale a Patrizio e Fabiana.

Il Concorso Internazionale “La Fabbrica nel Paesaggio” è indetto dalle Federazioni Italiana ed Europea dei Club per l’UNESCO in collaborazione con il Club per l’UNESCO  di Foligno e Valle del Clitunno. Presentato in anteprima nel palazzo della Provincia di Perugia di Piazza Italia, il concorso è assurto ad evento di primaria importanza nel calendario annuale federativo, è rivolto a operatori “che hanno attivato iniziative e progetti dimostrando una particolare sensibilità nei confronti del Paesaggio e dell’ambiente”. 

Il concorso infatti si articola in due distinte sezioni: la prima riservata a imprenditori privati che hanno realizzato o ristrutturato la sede della propria attività; la seconda riservata ad amministrazioni e istituzioni che hanno promosso e attuato iniziative di utilità pubblica e sociale nel campo della pianificazione e gestione del territorio nel rispetto del Paesaggio.

Il Premio 2019 si è svolto sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e ha ricevuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, dell’ICCROM, del MIBAC, dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dell’ICOMOS Italia, del Comune di Foligno, della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Ha esercitato il ruolo di coordinatore nazionale Gabriella Righi, presidente del Club per l’Unesco di Foligno e Valle del Clitunno, nella sua veste di ideatrice del Concorso.

La Commissione di Valutazione istituita allo scopo, sovraintesa dalla Presidente della Federazione Italiana delle Associazioni e Club per l’Unesco Arch. Teresa Gualtieri e dalla Vice-Presidente della Federazione Europea delle Associazioni, Club e Centri per l’Unesco Prof.ssa Maria Paola Azzario, è stata coordinata dal Presidente dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio di Arco Latino Avv. Angelo Paladino. La commissione ha visto inoltre la partecipazione del Prof. Arch. Giovanni Carbonara, Professore ordinario di Restauro architettonico presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, della Dott.ssa Luisella Pavan Woolfe, Direttore dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa, dell’Arch. Carmen De Luca, Consigliere di Direzione e Tesoriere di ICOMOS Italia, dell’ Arch. Francesco Scoppola, Direttore- Direzione Generale Educazione e Ricerca del MIBACT, Arch. Alfiero Moretti, Direzione regionale Governo del territorio e Paesaggio – Regione Umbria e del Dott. Fabrizio Spada, Responsabile relazioni istituzionali del Parlamento Europeo. 

Arch. Teresa Gualtieri Presidente della FICLU
La cerimonia conclusiva si è tenuta a Foligno nei saloni di Palazzo Trinci d alla presenza di un folto pubblico costituito, oltre che degli imprenditori e dei rappresentanti delle amministrazioni pubbliche e degli enti iscritti al Concorso, da esponenti delle istituzioni patrocinanti e dai rappresentanti di oltre 60 Club per l’UNESCO giunti per l’occasione da tutta Italia e dall’estero. 
TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Categorie
Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930